Uncategorized

Guido Accordini, l’Amarone della Valpolicella e l’Amarone Riserva

Guido Accordini

L’azienda Accordini Igino muove i suoi primi passi nel 1971 quando il suo omonimo fondatore acquista due ettari nel cuore della Valpolicella, in Veneto. Nel corso degli ultimi 49 anni l’azienda è cresciuta costantemente fino a rappresentare una delle eccellenze del nostro paese apprezzate non solo in patria ma anche all’estero. L’attuale direttore dell’azienda è il figlio di Igino, Guido Accordini, diplomato in enologia nel lontano 1975. Guido Accordini inizia a lavorare in quest’ambito nel 1977 con la ditta Campari Spa come responsabile della produzione in uno dei principali stabilimenti situato in Lombardia.

Nel corso della sua carriera tra le fila di Campari Srl, Guido sviluppa notevole esperienza sia nel campo della produzione che nel campo della commercializzazione e del marketing. Queste doti si riveleranno fondamentali pochi anni dopo quando decide di prendere in mano l’azienda fondata dal padre. Nel giro di pochi anni, l’azienda cresce a dismisura passando dai 2 ettari iniziali a ben 30 ettari ed espandendo i suoi rapporti commerciali prima con le regioni del Sud Italia e poi con gli altri paesi europei.

Gli enormi vigneti distribuiti su 30 ettari di terreno sono a bacca rossa, producono vini dal colore e dal sapore molto intenso. Tutti i vini prodotto da Accordini Igino superano i 10° di gradazione alcolica e, nel caso dell’Amarone della Valpolicella, possono raggiungere anche i 17°. L’offerta è molto vasta e include dei prodotti che l’azienda produce da decenni e che, nel corso del tempo, sono stati perfezionati senza modificare le linee guida di coltivazione e produzione dettate dal fondatore Igino Accordini.

L’offerta dell’azienda Accordini Igino è molto vasta e variegata e comprende il “Valpolicella Ripasso” caratterizzato da un’asprezza morbida e da un aroma mandorlato, il “Valpolicella Classico Superiore” arricchito dall’aroma di amarena e il “Recioto della Valpolicella” che si distingue dagli altri perché i grappoli, in seguito alla raccolta, vengono posti su un graticcio per alcuni mesi in modo da farli appassire in modo lento, ma completo.

Tra i prodotti dell’azienda maggiormente apprezzati in Italia e all’estero vi è il già citato “Amarone della Valpolicella”. Un sapore raffinato e vellutato si combina con un profumo unico a base di frutta e liquirizia tanto da rendere il gusto e il profumo dell’Amarone della Valpolicella inconfondibile. Uno degli aspetti salienti della produzione dell’Amarone è la modalità con cui le viti vengono coltivate, ossia con il sistema della pergola veronese con appassimento in fruttaio dalla durata di 5 mesi.

Un’alternativa all’Amarone classico è l’Amarone Riserva che, però, non viene prodotto tutti gli anni e pertanto la tiratura è limitata. Viene prodotto a partire dal cuore delle vinacce senza che subiscano la pressatura e la raffinazione è allungata fino ai 24 mesi. Anche in questo caso si ottiene un prodotto molto particolare dal sapore intenso e caratterizzato da un mix di profumi inconfondibile a base di amarena, liquirizia e tabacco.

Tagged ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *