Blogging

Rughe della marionetta: cosa sono e come farle sparire

rughe marionetta lunezia cosmetics

Le rughe della marionetta sono un inestetismo che interessa principalmente il viso. Si tratta, infatti delle rughe naso-labiali, ovvero quei segni che compaiono intorno al naso, agli angoli della bocca e del mento e che sembrano proprio le linee tracciate sul volto dei burattini.

Inoltre, anche se si tratta di un inestetismo diffuso, le rughe della marionetta sono difficili da nascondere perché, appunto, interessano il volto e sono quindi difficili da nascondere. Sono anche molto fastidiose perché sono resistenti ai trattamenti e la loro permanenza sul viso lo rende triste e cupo.

Mentre molti inestetismi sono dovuti principalmente al tempo che passa, le rughe della marionetta, invece, sono legati non solo all’invecchiamento, ma anche ad altre componenti, come stress, preoccupazioni e particolari espressioni.

Rughe della marionetta: le cause

Queste antiestetiche rughe sono dovute principalmente ad abitudini scorrette. Infatti, compaiono in seguito a un regime alimentare non proprio adeguato, se si ha l’abitudine al fumo o si è spesso in uno stato di tensione. Questi fattori, però, possono essere controllati e quindi si può prevenire la comparsa delle rughe, mentre ci sono altre cause imputabili a fattori come la genetica, l’invecchiamento e le condizioni ambientali che non possono essere controllate.

La combinazione tra questi fattori, però, favorisce la comparsa delle rughe della marionetta. Il risultato, infatti, è che le abitudini malsane e lo scorrere del tempo, insieme alle espressioni che si tende ad assumere, alla perdita di elasticità cutanea e alla secchezza della pelle fanno comparire questi segni vicino naso, bocca e mento.

Il modo per prevenire la comparsa delle rughe della marionetta è incrementare i livelli di collagene e utilizzare l’ acido ialuronico che hanno la funzione di rallentare fisiologicamente l’invecchiamento e il rilassamento cutaneo.

Le temute rughe della marionetta fra bocca, guance, naso e zigomi, finiscono per comparire inesorabilmente, ma prevenire è possibile.

Come prevenire le rughe della marionetta

Oltre a rivolgersi al chirurgo estetico per eliminare queste imperfezioni, l’alternativa è proteggersi adeguatamente dal sole, limitando comunque l’esposizione e idratare la pelle dall’interno bevendo il giusto quantitativo d’acqua.

In realtà, anche praticare la ginnastica facciale è un buon metodo per tenere in forma i muscoli del viso e, quindi, limitare la comparsa delle rughe. Questa tecnica si è rilevata molto efficace, anche se i risultati sono soggettivi.

Tra gli esercizi per prevenire le rughe delle marionetta c’è quello di mimare il bacio per dieci volte consecutive, da ripetere due o tre volte al giorno, ma anche eseguire dei massaggi circolari con le dita.

I trattamenti cosmetici per dire addio alle rughe della marionetta

Tra i modi più efficaci per dire addio alle rughe della marionetta, c’è sicuramente quello di scegliere i cosmetici giusti. Con questo, si intende scegliere dei prodotti cosmetici intelligenti, studiati e testati. meglio diffidare dei prodotti economici, ma considerare la spesa per comprare una crema come un piccolo investimento da fare su di sé.

Certo, debellare le rughe delle marionetta è molto complesso, ma sicuramente non impossibile. Inoltre, dalla natura c’è un alleato in grado di dare un duro colpo a questi inestetismi: si tratta del veleno d’api.

Ad esempio, la Crema al Veleno d’Api Antirughe Giorno, realizzato dall’azienda agricola polifunzionale Lunezia, ha una texture media capace di stimolare la produzione di collagene ed elastina, permette di riempire le rughe e rassodare i tessuti.

Oppure, la Crema al Veleno d’Api Antirughe Notte, caratterizzata da una texture più pesante, poiché ad assorbimento lento, penetra profondamente nel derma, anche grazie a un massaggio agendo in maniera profonda sulle rughe.

Entrambi sono dei trattamenti di Lunezia Cosmetics che sono considerati una valida alternativa al trattamento chirurgico.

Tagged , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *